Attività

PROGETTO MEMORIA

Il Polesine e il “Secolo Breve”

Nell’anno 2008 ricorreva il 60° anniversario della promulgazione della Costituzione italiana e l’Archivio di Stato di Rovigo, in sintonia con la Provincia di Rovigo, la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, sempre attenta alla ricerca ed alla diffusione della conoscenza storica, e con altri partner istituzionali, tra cui molti Comuni del territorio, ritenne in tale occasione di proporre una maniera non convenzionale di richiamare l’attenzione dei cittadini, ed in particolare delle giovani generazioni, su avvenimenti e scelte, valori e ideali che portarono alla nascita della nostra carta costituzionale.

Fu quindi messo a punto con alcuni partner istituzionali, tra cui l'ISERSS di Badia Polesine nella persona del Presidente Livio Zerbinati, l'ARCI Nuova di Rovigo nella persona del Presidente Lino Pietro Callegarin, l'Associazione “Viva la Costituzione” nella persona della Presidente Rosanna Cavazzini, nonché di molti Sindaci polesani, un progetto che puntava al recupero scientifico ed alla valorizzazione della memoria, scritta e orale, dello sforzo condotto in Italia e nel Polesine per l’affermazione della democrazia durante quella porzione – breve ma emblematica – del cosiddetto “secolo breve”. Il progetto, articolato per fasi e sviluppatosi nell'arco del triennio 2008-2011, comprendeva le seguenti iniziative concordate dal Comitato Scientifico costituito da Elios Andreini, Giampietro Berti, Luigi Contegiacomo, Monica Fioravanzo, Davide Guarnieri, Leonardo Raito, Vittorio Tomasin, Valentino Zaghi, Enrico Zerbinati, Livio Zerbinati, e con segreteria organizzativa affidata a Laura Fasolin.

Tutta la documentazione relativa al progetto si trova al seguente link

Rimangono sul nostro sito a disposizione della cittadinanza alcuni dei contenuti più significativi del      Progetto Memoria - Il Polesine e il secolo breve

Guida ai luoghi della memoria in Polesine

In autunno del 2010 è stata pubblicata la Guida ai luoghi della Memoria (1943-1945), curata dalla storica Laura Fasolin, che ripercorre i luoghi delle stragi, dei rastrellamenti e dei bombardamenti accompagnandoli con un ricco repertorio di immagini ed una originale mappatura di tali avvenimenti, che mira a render giustizia dei tanti volti dimenticati di rastrellamenti ed eccidi ma anche delle tante vittime“ di bombardamenti e mitragliamenti, spesso considerate da politici e storici mere perdite “collaterali“.



La lunga marcia dei 54

di Alberto Gambato con la consulenza storica di Laura Fasolin

Un documentario di 59 minuti per ricostruire l'eccidio nazifascista di Villamarzana del 15 ottobre 1944, che unitamente al rastrellamento di Castelguglielmo del giorno precedente mietè 54 vittime tra civili e partigiani.